Illuminare il Soggiorno: Consigli per creare un’Atmosfera Accogliente e Rilassante

Come creare un'Atmosfera Accogliente e Rilassante con le fonti luminose

L’illuminazione è un elemento essenziale nell’arredamento e nell’architettura d’interni che non può essere in nessun modo lasciato al caso.

Inoltre, il soggiorno è uno spazio fondamentale, dove viene speso gran parte del tempo quando siete a casa da soli e/o con gli invitati. E, uno degli elementi essenziali, se non il più importante, è l’illuminazione.

Da sola, è in grado di rendere la zona living un ambiente freddo e impersonale o uno accogliente e rilassante.

Data la centralità che ha nell’arredamento, abbiamo deciso di inserire in questo articolo otto consigli pratici su come posizionare le fonti di illuminazione nel sogiorno per ottenere un ambiente ben illuminato, con la giusta intensità e gradevole.

Per altri consigli e per altre tips dai uno sguardo a questa sezione

Come settare le fonti di illuminazione nel soggiorno

1. L’importanza della Luce Naturale

La luce del giorno è l’essenza della vita! Ogni essere vivente ha bisogno della luce naturale!

Per creare un’atmosfera luminosa e vivace il primo step è cercare di far entrare nel soggiorno quanta più luce naturale possibile.

Per farlo, non basta avere delle finestre o dei balconi con vetrate enormi ma occore fare un aggiustamento in più.

Posiziona i mobili in modo da permettere alla luce del giorno di entrare e irradiarsi senza ostacoli.

Un altro elemento importante sono le tende. Vi consigliamo di scegliere delle tende delicate, con colori tenui per creare un ambiente aperto e arioso. Devono contribuire alla privacy ma non al punto da non far entrare luce. 

2. Luci e Ombre

Ti consigliamo di usare più fonti di luce, di diversa tipologia, per creare ampiezza e profondità evitando, al contempo, di creare ombre e angoli poco illuminati.

Installa lampade, faretti o LED da soffitto per creare una “base” ossia per illuminare in maniera omogenea tutta la stanza. Poi, per dare un pò di dinamicità, e per esaltare gli angoli che ami di più, utilizza lampade da tavolo o da terra. 

Per le lampade, la chicca potrebbe essere una lampada con l’intensità della luce regolabile.

3. Creare un atmosfera calda

Vuoi creare un’atmosfera rilassante e accogliente? Bene, allora ti suggeriamo di scegliere le lampadine con tonalità “calde”, intorno ai 2700-3000 Kelvin. Ti sconsigliamo delle luci “bianche” perchè possono risultare troppo fredde e risultare sgradevoli.

4. Posizionamento delle Luci a Soffitto 

Come ti abbiamo detto nel punto 2, il punto di partenza è creare una base che sia il più uniforme possibile. 

Per questo motivo, ti suggeriamo di fare attenzione a trovare delle soluzioni (faretti, pliche, lampadari, ecc.) che diffondano in maniera omogenea la luce senza creare fastidiosi riflessi o zone d’ombra.

Per la quantità di fonti luminose a soffitto, non c’è un numero magico, la soluzione è: DIPENDE.

Dipende da: 

  • quanta luce entra nel tuo soggiorno,
  • dipende da quanto è grande il soggiorno,
  • dalla tipologia di soggiorono. E’ un Open Space? E’ una stanza?
  • dipende dalla tipologia, dalla forma e dalla dimensione delle finestre, delle vetrate e dei balconi.  

Ti suggeriamo di osservare bene quanta luce entra nella tua zona soggiorno e con che direzione e da lì inizia a capire in che modo creare la base. L’importante è che sia omogenea. 

Per la tipologia di fonte, non aver paura di osare! E’ la tua casa e devi renderla su misura per te!
Per cui, opta per soluzioni con diffusori o paralumi che ti catturano ma strizza sempre l’occhio alla funzionalità.

A meno che non hai ami stare in ufficio o nei negozi, oppure, a meno che tu non abbia intenzione di creare un’ambiente ansiogeno, ti consigliamo di non collocare le luci  in direzione perpendicolare al tavolo da pranzo oppure sopra divani e poltrone.
In questo modo, eviti anche l’abbagliamento.

5. Lampade da Tavolo per un’Atmosfera Intima

Se vuoi creare un’atmosfera intima, le lampade da tavolo giocano un ruolo chiave!

Posizionale sui tavolini, sui tavolini da caffè, sulle mensole adiacenti alle sedute.

Sscegli delle lampade che abbiano delle luci più soffuse se sono delle sedute su cui ti rilassi, magari vedendo un film. Mentre, utilizza delle luci più direzionali, sempre delicate e calde ovviamente, nelle aree in cui ti piace stare quando leggi un libro.

Fai attenzione a non scegliere delle lampade troppo intense perchè, alla lunga, rischi di affaticare gli occhi.

6. Valorizza gli Elementi Decorativi

Ti piacciono i quadri? Hai un mobiletto che ami particolarmente? Hai delle decorazioni o dei dettagli architettonici?

Bene, allora dagli l’importanza che meritano! Usa delle luci di dettaglio che li esaltino. Ovviamente non devono puntare a questi elementi come quando con la torcia cerchi l’interruttore centrale quando va via la luce…

Divertiti a trovare delle luci che nell’armoniosità della casa facciano cadere l’occhio su questi elementi. Ad esempio, se attorno al quadro metti una striscia LED, non intensa, che batte sul muro, hai esaltato un quadro. Se posizioni un faretto che dall’alto colpisce una parete vicino al quale c’è il tuo tavolino da caffè preferito, hai esaltato questo incredibile complemento d’arredo.

7. Flessibilità

Non tutti i giorni entra sempre la stessa intensità di luce. In inverno la luce del giorno dura meno, in estate di più. Quando piove o quando è nuvoloso entra meno luce rispetto a quando il cielo è soleggiato. Anche nell’arco della giornata l’intensità della luce varia.

Altro fattore importante è: deve venire qualcuno a casa? Devi organizzare una cena cond egli invitati?

A tutti questi fattori e a tutta questa variabilità la soluzione è la Flessibilità. 

Punta a delle luci che siano quanto più regolabili possibile. n questo modo puoi tenere il fattore intensità luminosa sotto controllo. 

8. Evita l’Abbagliamento

Sei a casa tua, non sei nella stanza dove ha luogo l’interrogatorio!
Per cui evita il più possibile che le luci vadono direttamente negli occhi delle persone sedute.

Chi siamo

Con React progettiamo e realizziamo accessori e complementi di arredo customizzabili e personalizzabili utilizzando materiali plastici e/o polimeri a base organica ricavati esclusivamente dai rifiuti plastici e bio-plastici che ricicliamo noi stessi. Il nostro obiettivo è e sarà  minimizzare il quantitativo di plastica destinata in discarica o dispersa in ambiente. Per conoscere meglio la nostra realtà, dai un’occhiata al nostro sito!  

Seguici sui Social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Carrello
Scroll to Top