Inquinamento nel Mar Mediterraneo

Quali sono i Paesi che disperdono più rifiuti nel Mediterraneo?

Nel seguente articolo andiamo ad analizzare nel dettaglio quali sono i Paesi che riversano più rifiuti nel Mediterraneo.

In particolare, vediamo il quadro attuale del Mar Mediterraneo, la Top 3 dei Paesi che inquina maggiormente il “mare nostrum”, la previsione futura.

Prima di addentrarci nell’argomento, rimanendo in tema, abbiamo parlato delle isole di plastica nel Mediterraneo, delle più grandi isole di plastica nel mondoquante volte può essere riciclata ogni tipologia di plastica.

 All’interno di questa sezione troverai quello che ti serve per avere una comprensione olistica sull’argomento.

Fatte queste considerazioni procediamo con l’argomento. 

Il Mediterraneo si sta riempiendo di plastica!

Si stima che la quantità di rifiuti plastici accumulata nel mare ammonta circa a 1200 milioni di tonnellate. 

Tutta questa quantità, non deriva solamente da una dispersione diretta dei rifiuti nel Mediterraneo ma anche i corsi d’acqua contribuiscono ad alimentare questo problema. Da solo, il fiume Nilo ha riversato e riversa nel Mar Mediterraneo quasi il 20% di tutti i rifiuti.

Top 3

I tre Paesi maggiormente responsabili dell’inquinamento del Mediterraneo sono:

  • Egitto: Ogni anno riversa nel mare circa 74 mila tonnellate annue
  • Italia: Disperde ogni anno circa 34 mila tonnellate
  • Turchia: disperde in mare ogni anno circa 24 mila tonnellate di rifiuti.

Previsione futura

La quantità di plastica nel Mediterraneo è destinata a crescere ad un tasso del 4% ogni anno, se non si prendono provvedimenti drastici e tempestivi come, per esempio, migliorare ulteriormente la capacità di smaltimento dei rifiuti di ogni Paese.

Per comprenderne maggiormente l’impatto, considera che un tasso di crescita annuo del 4% significa che, se non si prendono provvedimenti, tra circa vent’anni la quantità di rifiuti nel mare raddoppierebbe! 

Secondo le stime, migliorando la gestione dei rifiuti e il processo di smaltimento si riuscirebbe in modo concreto a pulire il mare da tutti i tipi di plastica, sia macro che micro, abbattendo la quantità di rifiuti del 25%.

E in Italia?

Nel nostro Paese, come nella maggioranza dei casi, la situazione è statica da anni!
Non si vede alcun cambiamento né dal punto di vista legislativo né degli indicatori.

La situazione viene dfinita dal Rapporto ASviS 2018 (Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile). In cima alla lista delle cause dell’inquinamento dei nostri mari c’è la pessima gestione del processo di depurazione delle acque e lo scarico illegale dei rifiuti sulle nostre spiagge, che non riguarda solamente attività criminali e specifiche aziende!

Secondo le stime, medimanete il 25% della popolazione è responsabile della dipesione dei rifuuti nelle spiagge e nei mari!

Con React progettiamo e realizziamo accessori e complementi di arredo customizzabili e personalizzabili utilizzando materiali plastici e/o polimeri a base organica ricavati esclusivamente dai rifiuti plastici e bio-plastici. Il nostro obiettivo è e sarà  minimizzare il quantitativo di plastica destinata in discarica o dispersa in ambiente. Per conoscere meglio la nostra realtà, dai un’occhiata al nostro sito!

Chi siamo

Con React progettiamo e realizziamo accessori e complementi di arredo customizzabili e personalizzabili utilizzando materiali plastici e/o polimeri a base organica ricavati esclusivamente dai rifiuti plastici e bio-plastici che ricicliamo noi stessi. Il nostro obiettivo è e sarà  minimizzare il quantitativo di plastica destinata in discarica o dispersa in ambiente. Per conoscere meglio la nostra realtà, dai un’occhiata al nostro sito!

Seguici sui social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Carrello
Scroll to Top